domenica 30 marzo 2014

BuonCompleanno Birreria Via Priula

1° Aprile 2012 apre sotto i Portici Colleoni
in San Pellegrino Terme il Locale del Birrificio Via Priula.

Martedì 1 Aprile festeggiamo il 2° Compleanno....
per l'occasione a disposizione gratuita degli avventori un fusto di Birra Dubec arrivata seconda al Concorso Nazionale Unionbirrai.....tanta buona musica.


sabato 22 marzo 2014

Giovedi 27 Marzo cena a tema Parüch: lo spinacio selvatico di montagna

IL PARUCH: CHE COSA E'?


Chenopodium Bonus-Enricus

Si tratta di un'erba che cresce spontaneamente nelle zone alpine fino ad un’altezza di 2500 mt., dalla tarda primavera fino all’inizio dell’estate, prevalentemente nei pressi delle malghe e nei luoghi di riposo del bestiame dove maggiore è l’apporto di sostanze azotate. 

IL MENU

La serata nasce in collaborazione e con la partecipazione dell'Azienda Agricola Della Fara di San Giovanni Bianco, azienda che coltiva il Parüch e lo trasforma in prodotti e composte destinati ai privati e ai ristoratori. I piatti sono
preparati esclusivamente con i loro prodotti. Grazie a questa azienda ora sarà più facile preparare tanti piatti della nostra tradizione montana.

La Dubec seconda classificata al concorso di Rimini!


Anche quest'anno abbiamo la soddisfazione di tornare da Rimini con un premio: questa volta tocca alla Dubec, seconda classificata nella "categoria 5: bassa fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione tedesca".

Un ringraziamento va a Pietro di Pilato e a tutti i ragazzi del Birrificio Brewfist, dove la Dubec attualmente viene prodotta.

Bergamo si conferma territorio dalle ottime birre: secondo posto anche per il Birrificio Valcavallina, con la sua Cavallina (cat. 3: chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico), e terzo posto per il Birrificio Indipendente Elav, con la UpperCut IPA (cat. 7: chiare e ambrate, basso grado alcolico, di ispirazione anglosassone)

Martedi 1 Aprile festeggeremo il secondo anniversario del nostro locale di San Pellegrino ma anche il piazzamento della DUBEC!  Per l'occasione offriremo ai convenuti UN FUSTO DI DUBEC.





domenica 2 febbraio 2014

Giovedì in Birreria

Giovedì in Birreria 6 Febbraio

Polènta Cunsada
Torta Casereccia di Mele
......Birra Morosa Via Priula
E.15,oo

                                                                 


Birreria Via Priula (Portici Colleoni)  per info e prenotazioni: 3386438705  Facebbokk: Birrificio Via Priula

venerdì 17 gennaio 2014

Siamo candidati agli Italian Beer Awards 2013!!

Con nostra grande sorpresa e piacere, questa mattina scopriamo di essere nominati da una commissione di esperti fra le 5 migliori Beer Firm (produttori senza impianto) d'Italia (su diverse centinaia). Nei prossimi giorni la classifica finale verrà stilata dalle votazioni che ognuno potrà fare attraverso la pagina Facebook e altri canali internet. Ovviamente vi invitiamo a partecipare...

Estratto dal sito di presentazione:

L'iniziativa
Perché gli Italian Beer Awards
Gli Italian Beer Awards sono il primo e unico concorso popolare italiano sulla birra. L'iniziativa nasce da una doppia volontà: da una parte premiare i migliori professionisti del settore, dall'altra coinvolgere direttamente consumatori e appassionati. Quello della birra di qualità è un settore che in Italia sta crescendo velocemente e conquistando fette di mercato sempre maggiori. È un contesto ad alto tasso di passione, dove per emergere occorre mettere in gioco devozione, abilità imprenditoriali, competenza e un amore viscerale per la birra di qualità. Esistono tantissimi operatori di diversa natura, ai quali gli Itaian Beer Awards vogliono offrire il giusto riconoscimento.




sabato 11 gennaio 2014

venerdì 27 dicembre 2013

mercoledì 20 novembre 2013

Martedi 26 il Nani scaverà Vulcani di Polenta e Bagna Cauda (del Martedi)

Ciò che succederà martedì sera è tutta colpa di "Nani Pecos", un soggetto che da tempo agita le tranquille serate infrasettimanali di San Pellegrino.
Viene al locale dal lontano Piemonte e ingombrando notevolmente il banco-spine ci appioppa interminabili sermoni gastro-culinari.
"Datemi una testa d'aglio due acciughe e due cucchiai d'olio e io solleverò il mondo!", questo più o meno il tono.
Un bel giorno gli abbiamo detto: basta! Basta parlare, ora FARE!
E così dopo vari esperimenti condotti con la sua supervisione siamo giunti a programmare questa serata in cui il nostro si esibirà nella "Bagna Cauda del Martedi".
Perchè martedi?
Per non arrischiarsi con quella del Venerdi, dove l'autore si sentirebbe libero di scatenarsi con gli ingredienti, poco curandosi del destino dei suoi "pazienti" nei successivi due giorni: possono ben eclissarsi lontani dal mondo in quarantena a smaltire la "fiatella"!
Per limitare i possibili danni gli abbiamo comunque imposto di accompagnare l'intruglio con solida e neutralizzante Polenta; il nostro Piemontese ha accettato la contaminazione, nonostante appaia come un "duro e puro".
L'unica condizione che pone è che venga scavato un buco nella montagnetta gialla, cavità che possa accogliere la Bagna come lava di un potenziale vulcano in eruzione.
Già, perchè il Nostro è un appassionato di buchi: ne sta scavando uno lungo lungo qui vicino, e chissà che a opera finita per festeggiare non gli venga in mente di riempirlo di Bagna Cauda!
Il vulcanetto sul piatto sarà anche corredato delle classiche verdure crude e cotte: cardo, barbabietola, cipollotti, carote, sedano, patate ecc.
Lui si augura (e noi con lui) che il piatto sia "da compagnia, che riscaldi e soprattutto faccia bere (in questo caso birra), apra i cuori e gli spiriti..."

In definitiva ci piace proporre questa serata dove il Nani lascerà un forte segno del suo passaggio, come è nel suo stile: dove arriva, scava, non solo montagne.
E visto che in Piemonte non ci si nutre solo di Bagna Cauda, se ne potrebbero programmare altre, prima che lui se ne vada a scavare buchi da qualche altra parte.

E' gradita la prenotazione

Giovanni

martedì 19 novembre 2013

Taragna (ma anche le nostre birre) al Palamonti di Bergamo questo weekend

Felici di fare nuovamente "gruppo" assieme agli amici e soci dell'Associazione Fiera di San Matteo (della quale facciamo parte).
Venerdì 22 novembre (dalle 17 alle 22), sabato 23 e domenica 24 (dalle 10 alle 22) saremo presenti in questo fantastico evento cittadino dedicato al piatto simbolo di Bergamo all'Expo 2015.
Occasione nata anche per festeggiare i 150 anni del CAI e i 140 della sezione di Bergamo. L'evento sarà arricchito da conferenze e laboratori sugli ingredienti: i vari mais di qualità pregiata (Spinato di Gandino, presidio Slow Food, Rostrato rosso di Rovetta, Nostrano dell'Isola, Misto Saraceno della Valtellina) i formaggi (Formaggio Tipico di Branzi, Formai de Mut, Bitto e Bitto Storico, presidio Slow Food)
Gli stand della Fiera ospiteranno anche prodotti tipici che ben si abbinano alla Taragna: i vini dei Consorzi del Moscato di Scanzo e del Valcalepio, i grandi vini valtellinesi, le birre del BIRRIFICIO VIA PRIULA, il parüch (o spinacio di montagna), funghi, tartufo nero di Bracca, uova, salumi di montagna, sardine essicate del lago d’Iseo e naturalmente i Formaggi Principi delle Orobie
Per maggiori informazioni vedasi l'articolo apparso sull'Eco di Bergamo e la news di Slow Food dedicata all'evento.

Imperdibile



martedì 12 novembre 2013

Sabato 16 nasce la nostra ottava birra: la Mélafòi

Dopo diversi mesi di maturazione (è stata prodotta a Marzo), finalmente presentiamo la nostra nuova creazione.
Si tratta di una bionda da 9,5% gradi alcolici. La possiamo accostare alle Belgian Tripel per caratteristiche aromatiche, anche se la sua peculiarità maggiore consiste in una leggera speziatura con un'erba molto comune sopra i 600 mt di altitudine: l' achillea millefoglie (da cui il nome: il millefoglio, ovvero "ol mélafòi"). Questo fiorellino amaro, pepato e leggermente balsamico, è un ingrediente molto comune negli amari montani. A me personalmente piace parecchio, al punto di averlo esperimentato in varie birre. Quando finalmente sono approdato a questa, mi sono convinto: il lievito (un ceppo belga di per sé già molto caratterizzante) per similitudine aromatica contribuisce ad esaltare gli aromi dell'achillea e ad armonizzarla. Chiariamoci: questa è e rimane una BIRRA, non è né una tisana, né un amaro alpino, beninteso. La speziatura rimane una leggera nota aromatica che può percepire bene solo chi conosce questa erba.
Quindi sabato 16, dalle ore 18, i presenti potranno degustare la nostra Mélafòi, previo assaggio di una tisana a base di achillea, così, giusto per conoscere meglio il suo aroma e poterla apprezzare nella birra.

Non mancate!

lunedì 14 ottobre 2013

Hallowbeer: il Lato Scuro della Birra

Dagli organizzatori del Beerghem: Birrificio Via Priula e Compagnia del Luppolo presentano "HALLOWBEER", il primo evento dedicato esclusivamente alle birre nere. Saranno almeno una trentina, tutte alla spina. E' una scommessa: vogliamo mostrare al nostro pubblico quanto possono essere varie le birre di questo tipo.
Da quelle molto alcoliche (e ci sarà la Tokyo - BrewDog, dalla Scozia, da 18 % alc) a quelle molto leggere, dalle estremamente luppolate a quelle dolci. Black Ipa, Weizen Dunkel, la gamma più ampia possibile della numerosa famiglia delle Stout, Imperial Stout, Porter e tutto ciò che di più intrigante e vario riusciremo a trovare. Il tutto servito nel bicchiere di vetro celebrativo, realizzato per l'occasione, e accompagnato da un fantastico menù studiato da Pier, lo chef del ristorante Cà Bigio, il locale che ci ospita (ricordate il loro salone delle cerimonie, in cui siamo stati già in occasione del primo Beerghem, 2011?). Posso solo anticipare che sarà una una serie simpatica di piatti "a tema": risotto al tartufo nero, tagliatelle nere ai porcini, guanciale di manzo con polenta nera, anatra e verza, taragna, taglieri, "branzburger" ecc.
Stiamo presentando sulla pagina FB del Locale Via Priula le birre che saranno servite. Seguiteci...
Hallowbeer, dal 31 Ottobre (18:00 - 1:00) al 3 Novembre (11:30 - 1:00).


BLACK BLUES & BLACK BEER!
Domenica sera (inizio ore 19) saremo allietati dalle note del gruppo Stefano Macchia Electric Blues Band, trio il cui basso è armeggiato nientepopodimeno che dal simpaticissimo direttore della filiale BCC di San Pellegrino, Gregorio Cordaro!